CATEGORIE
Minicentraline (1)
Resistenze elettriche (1)

ARCHIVIO
settembre 2021
agosto 2021
luglio 2021
giugno 2021
maggio 2021
aprile 2021
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
aprile 2011

Limitare la corrosione nelle resistenze elettriche tubolari

Le resistenze elettriche tubolari aumentano la loro vita se si controlla la durezza dell'acqua dell'impianto.

Realizzate con tubi di rame di purezza elevata, le resistenze elettriche tubolari passano la maggior parte del loro tempo immerse in acqua, riscaldandosi e raffreddandosi continuamente, comandate da un termostato, che può essere montato direttamente su di esse e che può essere reperito sui cataloghi GNALI BOCIA.
Al contatto con il liquido sulla superficie delle resistenze elettriche tubolari, per effetto delle sostanze disciolte in acqua, in special modo nel caso di acque dure o fortemente clorate per renderle potabili, si creano composti elettrolitici e si libera del gas disciolto. Mentre il gas può essere eliminato con delle valvole di sfogo aria automatiche, per il resto serve una soluzione diversa.
In aiuto delle resistenze elettriche tubolari possiamo installare un elettrodo sacrificale in magnesio che si corroderà al posto della resistenza aumentandone sensibilmente la durata. Ma ricordiamo che la durezza dell’acqua dell’impianto è un fattore importante nei confronti della corrosione, i minerali disciolti contribuiscono alla modifica della conducibilità del fluido.
Ricordiamo inoltre che per ridurre la generazione di gas disciolti e quindi della rumorosità le resistenze elettriche tubolari devono essere scelte con una potenza specifica per unità di superficie non superiore a 9 watt/cm2.
 

24/03/2016


Vedi anche
24/03/2017 L'importanza della potenza specifica delle resistenze elettriche Resistenze elettriche progettate per non superare la potenza specifica limite e ridurre rumorosità ed altri problemi

24/06/2014 Resistenze elettriche tubolari e la corrosione del rame Con acque dure o clorurate possiamo proteggere le resistenze elettriche tubolari con un anodo in magnesio

24/06/2015 Consigli per un buon utilizzo delle resistenze elettriche tubolari Corrosione e rumorosità delle resistenze elettriche tubolari si possono ridurre con pochi accorgimenti

24/05/2018 Il termostato e le resistenze elettriche tubolari Abbinato alle resistenze elettriche tubolari il termostato è un complemento fondamentale per un corretto funzionamento

24/10/2014 Come sono costruite le resistenze elettriche tubolari Alcuni aspetti tecnici della costruzione delle resistenze elettriche tubolari vendute da GNALI BOCIA


I contenuti di questo sito non hanno carattere di periodicità e non rappresentano 'prodotto editoriale'.