CATEGORIE
Minicentraline (1)
Resistenze elettriche (1)

ARCHIVIO
settembre 2021
agosto 2021
luglio 2021
giugno 2021
maggio 2021
aprile 2021
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
aprile 2011

Valvole di intercettazione del combustibile: principi generali

Valvole di intercettazione del combustibile: ecco tutto ciò che c'è da sapere rispetto a questi componenti fondamentali.

Le valvole di intercettazione del combustibile sono dei componenti fondamentali all’interno di impianti veicolanti gas (tra i quali anche gas metano, gpl, gasolio, ecc) perché permettono la chiusura dell’impianto qualora il fluido condotto raggiunga una temperatura troppo elevata, ovvero al di sopra di un limite massimo fissato. Tale ruolo risulta essenziale: infatti, una temperatura troppo elevata del gas può provocare malfunzionamenti all’impianto, con conseguenti interruzioni nel servizio e danni più o meno gravi per edifici e persone. Per questo motivo, l’Unione Europea, ed in generale i principali enti mondiali, hanno da tempo steso delle normative in questo ambito: in particolare, nel nostro continente, la norma di riferimento è la 97/23/ce PED (Pressure Equipment Directive, ovvero la direttiva riguardante i dispositivi in pressione). Tale norma classifica le valvole di intercettazione del combustibile nella categoria IV, richiedendo dunque una certificazione CE connessa al prodotto. Tali valvole sono spesso preferite a quelle di scarico termico perché, in presenza di un’anomalia, non portano ad allegamenti dei locali connessi ma interrompono il funzionamento limitando gli incovenienti.

Come funzionano le valvole di intercettazione del combustibile

Il funzionamento di questa tipologia di valvole è connesso ad un elemento sensibile alla variazione di pressione dovuta al calore. Esso risulta collegato ad un’asta che aziona a sua volta un otturatore: è tale elemento ad interrompere il flusso e a limitare o evitare guasti, malfunzionamenti ed incidenti di varia natura. L’installazione di queste valvole non rappresenta un ostacolo in quanto esse sono normalmente costruite con un diametro uguale a quello della tubatura di riferimento. L’unica vera accortezza è porre tali valvole vicino al generatore o comunque prima (rispetto alla direzione di flusso) degli elementi di intercettazione.
Se l’installazione non rappresenta un problema, la manutenzione e la taratura sono invece due aspetti di fondamentale importanza. Infatti, le ispezioni di controllo sono frequenti e mirano ad accertare non solo l’integrità strutturale del componente, ma anche la corretta realizzazione e il rispetto di precise specifiche tecniche.
La taratura, invece, deve essere svolta in maniera apposita secondo delle norme INAIL e il certificato di conformità che ha una validità temporale e garantisce che la valvola è stata realizzata ed ottenuta tramite una filiera produttiva verificata, anche qualora dovessero verificarsi problemi in esercizio. In particolare, tale certificazione non riguarda una singola valvola ma l’intero processo produttivo di un’azienda: questo implica che allo scadere della certificazione, la valvola può espletare ancora la sua funzione, ma il produttore deve svolgere aggiornamenti e omologazioni ausiliare per poter godere ulteriormente di tale certificazione.
Appare, dunque, evidente come sia necessarie numerose accortezze per realizzare valvole di intercettazione del combustibile che funzionino correttamente e rispettino le norme in materia.
01/07/2021


Vedi anche
01/12/2020 Le valvole di intercettazione del combustibile: funzionamento e vantaggi Tutto ciò che c'è da sapere sulle valvole di intercettazione del combustibile: i documenti, la composizione e il funzionamento.

01/02/2021 Il funzionamento delle valvole di intercettazione Il generatore termico è servito dalla valvola di intercettazione che permette un corretto dosaggio del combustibile

01/12/2014 Sicurezza positiva della valvola intercettazione combustibile Funzionamento e sicurezza della valvola intercettazione combustibile da applicare ai bruciatori e alle caldaie

01/03/2014 Le specifiche di costruzione delle valvole di intercettazione Per permettere un'attenta salvaguardia e controllo delle strutture, è necessario che le valvole di intercettazione vengano progettate secondo le caratteristiche costruttive dell'l.S.P.E.S.L.

01/09/2014 Peculiarità della valvola di intercettazione combustibile Alcune caratteristiche che rendono la valvola intercettazione combustibile di Gnali Bocia un prodotto sicuro


I contenuti di questo sito non hanno carattere di periodicità e non rappresentano 'prodotto editoriale'.